A “Clà”

Nuvoletta rosa

nei miei sogni di donna,

ora sei tu donna

di fronte al mio tramonto.

Crescono in fretta le frecce della nostra faretra,

e volano forse troppo lontano,

ma sono solo lacrime di gioia

il velo che appanna il nostro sguardo

al loro futuro.

Che la tua vita sia solo Amore,

che la paura possa solo insegnarti,

camminerò al tuo fianco

finchè lo vorrai

e quando sposa sarai e madre

mi conoscerai in modo nuovo.

13 pensieri su “A “Clà””

  1. I figli sono e saranno sempre il nostro progetto primario. Non sono “nostri” e lo sappiamo, e ormai da tempo siamo abituate a star loro vicine con descrizone. Seguiamo silenziose la loro strada tenendo per noi angosce e paure.
    La loro libertà è aria per crescere, la nostra invece, è l’osservazione e la trepidazione, una strada che anche loro conosceranno, prima o poi.
    Un saluto e 5st

  2. Cara ICE, hai scritto un bel componimento, asciutto, sincero e “leggero”.
    Per leggero intendo dire, che pur trattando in maniera adeguatamente profonda l’argomento dell’amore materno, sentimento in cui è semplice cadere in facili “appesantimenti” ed inutili fronzoli, sei riuscita rendere il tutto di estrema godibilità.
    Brava! Un caro saluto e 5 Stelle. QS-TANZ.

  3. Il suo commento è di gran lunga più efficace del mio componimento, Sandra, forte e tenero allo stesso tempo…
    Grazie di essersi soffermata e …una carezza a Benny.

  4. Ho tentato di tradurre in parole una carezza che non sempre mi riesce spontanea e sono felice se almeno in parte ho raggiunto il mio scopo.
    Sono lusingata, QS-TANZ, per l’incoraggiamento che mi offri con tanta delicatezza.

  5. Non si preoccupi, Sergio, so bene di non essere particolarmente abile nel trasmettere le mie emozioni. La legga solo come il tentativo di una madre, che mai avrebbe pensato di essere tale, di fare un piccolo bilancio della propria vita confrontandosi con colei che tanto l’ha cambiata. Tutto qui.
    Ricambio l’abbraccio.

  6. Carissima Ice,
    credo che questa tua poesia, a mio giudizio tenera, completa e capace di trasmettere le emozioni che la ispirano, sia la risposta perfetta a quanto Mat ha gettato sul tavolo della discussione a commento di quanto drasticamente dicevo: la poesia o arriva o non arriva.
    Da tempo, da quando la domanda è stata posta qui sul nostro sito, leggo pareri diversi, più o meno ricchi di sfumature, su cosa sia la poesia.
    Questa tua poesia che a Sergio non dice nulla, tocca invece profondamente il mio cuore di madre che, come te, vedo i miei figli andare nel mondo, per dirla come in una mia poesia, a me così simili eppure così diversi.
    Le parole per esprimere il sentire di un momento che si traducono in poesia, possono sì essere “alate”, ma possono anche restare legate alla concretezza della persona che le esprime.
    Ciascun poeta cerca e ricerca la migliore espressione, la più aderente al suo pensiero e più failmente comprensibile per chi legge; alcune volte riesce a raggiungere la perfezione comunicativa, altre volte no.
    Non si spiegherebbe altrimenti il risultato di molti concorsi poetici.
    L’esperienza di essere giurato in un concorso di poesia dà il senso di quanto dico.
    Ho votato 5 stelle.
    Un abbraccio a te e alla tua Nuvoletta.
    anna

  7. Mi par quasi di vederla, Folletto, aggirarsi nel bosco sottoponendo alla sua arguzia i miei pochi versi … e il suo commento mi è particolarmente gradito.

  8. Non puoi immaginare, Anna, che sensazione intensa mi offre il tuo commento …Leggere nelle tue parole proprio quello che ho tentato di riprodurre in versi e opinioni. Io non so giudicare, senza falsa modestia, non ne ho i mezzi, ma “sento” e sono mille le sensazioni che le parole mi trasmettono, sempre e comunque. Questo è a mio parere il valore e la ricchezza di qualsiasi espressione artistica, sia essa poesia, pittura, musica o altro: la capacità di scuotere l’anima di chiunque, di creare immagini nella mente e nel cuore di chi abbia voglia di soffermarsi aperto e disposto a ricevere da chi spontaneamente dà.
    Ricambiamo il tuo abbraccio. Grazie.

  9. Si chiude con una grande verità questa poesia dolce e spontanea, di cui apprezzo in particolare la freschezza del sentimento genuino che la ispira.
    Un saluto

    Katia

  10. Bellissima: intensa e tenera!!!
    p.s.:
    Già dedicata alla mia adorata bambina che sta crescendo.

  11. È una poesia che riesce veramente ad arrivare al cuore, brava Anna. Vorrei farla mia per poterla dedicare a mio figlio, con le opportune variazioni, perché anche se non sono madre, ti assicuro che provo sensazioni di una forza che non avrei mai creduto. Solo lui riesce a farlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *