Angeli e Diavoli

Ho danzato con il Diavolo

Mi ha invitato al suo banchetto

La tavola era piena di cibo

Vino rosso

In calici d’argento

Nelle coppe abbiamo brindato all’alleanza del fuoco

Mi sono ubriacato di follia

Il tempo era un abisso di fiamme e cenere

Le fiamme erano certezza

Cenere era il mio volto

 

Ho passeggiato nella volta celeste

Gli Angeli mi hanno accolto

Avevano il sorriso nelle labbra

Impresso come un sigillo

Ed il volto bizzarro di beatitudine

L’attimo era dubbio e speranza

Il dubbio mi assaliva

La speranza si nutriva della mia anima

 

Francesco Schioppa
tratto da “La memoria e il tempo”

Un pensiero su “Angeli e Diavoli”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *