Profumo d’Eternità

Come una brezza che penetra in casa

anche se tutte le finestre son chiuse…

Il respiro dell’aria

crea dei vortici di magia

fino ad intrappolare il tempo

in ragnatele d’oro.

Alla luce soffusa

che filtra dalle tende sbiadite

brilla e s’accende

il battito del mio cuore.

Nella penombra

sospeso tra le ali del tempo

si riempie dei frammenti di memorie

voli travolgenti

nel turbine dell’Immensità.

Tutta la casa è immobile

rivela i segreti celati

dall’oblio degli anni.

E’ un rifugio sicuro

ai confini dei Regni Infiniti.

Avvolto nella carezza gentile degli avi

vibra

l’eco del silenzio.

Lentamente si muove

tra gli spiriti ballerini dell’etere

– un profondo sentire –

Danza come raggi di luce

nella polvere e nel Sole

si mescola alle tracce indelebili

dei miei percorsi d’infanzia.

Gioie racchiuse dentro una perla

protetta tra le braccia del mare.

In un giorno assolato d’estate

l’Amore

– per anni temuto –

è sbocciato

aprendosi come un fiore.

I suoi petali serrati si sono dischiusi

come labbra che si allentano in un sorriso.

E’ una coppa Santa

si riempie delle lacrime dell’armonia cosmica

trasuda il suo senso più intimo

profondo mistero di quiete interiore.

L’ancestrale desiderio ha smosso dell’Universo

– i fili e le trame –

come se il Creato s’inchinasse

per un solo momento

al volere di un cuore

inebriando – seduta stante – quel che resta del giorno.

Così – dalla polvere e dall’abbandono –

sgorga una Stella nascente

germoglia dalle macerie

risplende tutt’intorno.

E’ vita, è luce, è pura energia

in un lembo di storia del Mondo.

Impressa resterà

su perpetui arcobaleni

per chi ha scelto di ascoltarsi.

Una dolcezza infinita

penetra nel mio Animo

e abbraccia la purezza dell’Essere immortale

profumo d’Eternità.

11 pensieri su “Profumo d’Eternità”

  1. Bravissima Greta.
    La poesia è piuttosto lunga ed il rischio che si corre, quando si redige uno scritto molto articolato, è che il lettore si perde.
    Invece qui sei riuscita a mantenere viva la curiosità ed il fermento dell’attenzione.
    Notevolissima la chiusa.
    Complimenti e 5 stelle da QS-TANZ.

  2. Carissima Greta,
    che bella poesia! Ha un ritmo lento che affonda nella preziosità dell’idea che sorregge tutta la lirica: gli affetti hanno una casa e si incarnano nelle persone che vi abitano, passandosi di generazione in generazione la sicurezza e la gioia dell’appartenenza.
    Mi piace la serenità delle immagini, la tranquillità che vi si respira e la bellezza dei versi che si chiudono nella fiduciosa sensazione di essere tassello nella storia della vita.
    Un abbraccio
    anna

  3. Cara Anna, avrei voluto averti come insegnante a scuola ….. 🙂
    Un abbraccio anche a te

  4. Ciao Greta
    è un po’ che manco dal sito e trovare questa tua poesia è stato davvero piacevole. Oggi ho commentato altri scritti e mi accorgo solo ora che ciò che ho letto è legato dal filo comune del ricordo e della memoria. In questa tua sequenza di immagini mi rispecchio per l’idea di aver trovato uno tesoro nascosto dal tempo, qualcosa di dimenticato, come la vecchia casa sul mare dell’infanzia che contiene tanti ricordi e sensazioni che rivivono quando ne spalanchi la porta.
    Veramente un bel poema il tuo, complimenti.
    E naturalmente 5S meritatissime
    Ciao Luxia

  5. Ciao Luxia, sono contenta che ti sia piaciuta la mia poesia e ti ringrazio per il pensiero.
    Ciao Greta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *