Soffio di magia

Risuona come una melodia lontana che si perde all’orizzonte, il ricordo sbiadito dei giorni trascorsi all’ombra della casa di campagna, i tuoi passi su per le scale e la tua voce così forte da poter essere udita a distanza; l’odore dei tuoi abiti, un profumo antico di cose semplici e vissute, così come le stanze umide e fresche, l’arredamento che si usava un tempo e la semplicità in ogni dettaglio, in ogni angolo.

Con te ho imparato ad amare la natura, gli animali, la campagna, la vita all’aria aperta, il rumore del fruscio del vento tra le spighe di grano, il silenzio magico nelle notti d’estate, la quiete nei pomeriggi assolati tra i vigneti.
Insieme a te e alla nonna, ho coltivato l’umiltà e la capacità di apprezzare le semplici cose – così come la quotidianità e le tradizioni – i tempi piccoli e le impercettibili sfumature che rendono prezioso ogni attimo.

L’immagine che ho di te, il tuo modo di camminare, la tua voce alta ed imponente, il tuo sguardo fiero, la figura eretta, sarà come una mano gentile che mi accompagnerà ogni giorno, come è stato fino ad oggi.
In uno scrigno di rose racchiudo i ricordi dell’infanzia, i giochi in cortile con mio fratello, le passeggiate con te, i tuoi racconti sul passato e sulla guerra. E poi a Milano, la tua poltrona, il rumore dei treni che passano, il tuo saperti distinguere anche nella grande città.

Ogni passo, ogni odore, colore, sapore e suono – dei momenti trascorsi accanto a voi – saran sempre tra le cose più preziose che ho ricevuto e per questo motivo, io vi ringrazio.
E’ come una luce sottile e meravigliosa che penetra in profondità nella mia anima e la fa brillare, così che è la stessa bambina di allora a guardarti – oggi -.

7 pensieri su “Soffio di magia”

  1. Grande amica la penna! Saper cantare i ricordi della vita per poterli far vivere nel presente e farli, al tempo stesso, apprezzare al Mondo.
    Un saluto.
    Sandra

  2. Che ritratto potente e insieme delicato di chi, molto amato, ha inciso nelle vita di una bambina ormai donna, insegnandole rispetto e rettitudine!
    Non è affatto poco avere un nonno così, saperne riconoscere i meriti e saperne celebrare le qualità.
    Brava.
    anna

  3. Grazie Anna… sono un po’ stupida perché non vado mai a trovarli …. 🙁

  4. Le nostre azioni non hanno sempre una spiegazione.
    Poi, quando abbiamo il tempo di fermarci a pensare, molto di ciò che facciamo o non facciamo, ci stupisce, ma non è mai troppo tardi per dare una svolta al nostro agire e stabilire le nostre nuove priorità….
    a.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *