L’Estinzione

Un urlo al vento

Sveglia stanca una mattina

Il pianto di un Credo

Bagna una candela ormai spenta

L’uomo ha perso il suo vero sorriso

Specie protetta in preda al suo destino

Mani nude che non sanno più accarezzare

Ciò che di più bello sarebbe d’apprezzare

Così il tempo si ferma ad aspettare

Che anche l’ultimo cristo sia redento

Una prova inconfutabile che parte da dentro

E sempre insegna ai cuori più ingenui

L’immenso dono che è la vita

2 pensieri su “L’Estinzione”

  1. Ne convengo. L’uomo, non sa più nè amare, nè apprezzare.
    La Vita è un dono immenso, fermarsi a capire la bellezza del dono, è capacità di pochi. Peccato.
    Un caro saluto.
    Sandra

  2. Sì, la vita è un dono immenso.
    La pochezza dell’Uomo si perde in questo mistero, distolto da fruscii e piccolezze che valgono quanto nulla.
    anna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *