L’Ossario

L’odore della pioggia si alzava dall’asfalto dei viali del cimitero di Torrevera, da poco il cielo aveva buttato giù le sue ultime lacrime e Al (giardiniere del luogo sacro) con la sua scopa ripuliva gli stessi dai ramoscelli caduti dai cipressi. – NON CI SONO RIPARI DAL DOLCE TOCCO DELLA FALCE FATALE – disse la […]

Nel Legno

“C’è qualcuno in casa? Sono l’assicuratore” disse Stefani, bussando alla porta in modo energico. “Apra pure. La stavo aspettando” rispose una voce femminile rauca. “Con permesso”. “Si accomodi al tavolo. Arrivo subito”. L’uomo entrò in punta di piedi e dopo essersi tolto il cappotto si sedette a capotavola. Ne tastò subito la robustezza. Legno massello. […]

Nessuna colpa

Da alcuni giorni, Alice aveva un pensiero fisso in testa. Non riusciva a liberarsene, era più forte di lei. Rimpiangeva la sua spensieratezza, malediceva la sua capacità di perdonare. Avrebbe voluto essere come sua sorella Giada, fiera, coraggiosa e come lei camminare sempre a testa alta. Sua sorella non sarebbe mai scesa a compromessi. Alice […]

Neve

Ci fermammo in una tavola calda. Erano le nove di sera e cominciava anche a nevicare. Era stata lei a vedere l’insegna. Ad indicarmela. Era stata lei ad avere voglia di mettere qualcosa sotto i denti. A chiedere. Perché non ci fermiamo? Parcheggiai dietro il locale. Non erano molte, le macchine. In fondo, chi in […]

La fucilazione

Questo racconto tragico, se succedesse oggi, nel 2015, agli occhi dei bambini moderni, sarebbe preda di tutti i titoli dei quotidiani e ambito da tutte le TV italiane e forse anche del mondo. Mileto: luglio 1954, a quell’epoca ero ancora un bambino e frequentavo la quinta elementare. Quel pomeriggio, seduto sulla soglia in granito grigio, […]

Il richiamo

Sedeva a tavola da solo. Come sempre. Giornata pesante al lavoro. Come lui, del resto. Per i chili di troppo, non per il carattere. Quello avrebbe dovuto essere un po’ più… solido. Era richiesto. Ma tant’è. Non ci sono delle istruzioni precise su come dovrebbe essere la propria attitudine. Su come formarti e possibilmente conformarti […]

Sogni

Li sentiva ticchettare dietro ogni finestra. I loro piccoli artigli si arrampicavano sulle stecche delle persiane in legno a un ritmo quasi cadenzato, facendo assomigliare quel rumore a quello della pioggia. Quanti potevano essere quei cosi? Decine? Centinaia? Manu non ne aveva idea, e ancor meno aveva intenzione di alzarsi dal letto, in piena notte, […]

Perduto

Sapeva che era pericoloso, Andrew lo sapeva. Quello stabile (là dove si stava recando) era in stato decadente già da una decina di anni, ma la dipendenza dalla droga gli offuscava il senso del pericolo. Erano le 23:40, da poco il cielo aveva smesso di piangere le sue ultime lacrime di pioggia e l’odore dell’umidità […]

Il violinista

La piazza del paese era ancora deserta, il sole mattutino aveva appena iniziato a penetrare ogni cosa, le pietre sconnesse del selciato, la fontanella che non sputava uno zampillo d’acqua da tempo immemorabile, le due panchine in legno piene zeppe di scritte e incisioni fatte dai ragazzetti la domenica pomeriggio. Il paese si stava svegliando […]

George

Era visibilmente bagnato di piscio. Jeans chiari e chiazza scura. Del tutto improbabile che si fosse schizzato con dell’acqua nel mentre lavava le mani. Uscì dal bagno a testa china, concentrato nell’intento di sollevare la zip dei calzoni. Questo gli provocò un leggero movimento ondulatorio che lo fece barcollare dapprima in maniera impercettibile, poi sempre […]

Il Tecnico dei Computer

La realtà supera la Fantasia. Ma cosa è più terrificante? Erano passati otto anni dal suo primo omicidio e non provava alcun rimorso. Sedici donne uccise, una media di due all’anno, e neanche un sospetto su di lui. Tutte le sue paure e le sue debolezze erano state spazzate via con l’affermarsi della sua indole […]