Cento anni

Cento anni. Un secolo. Quando muore una persona che ha vissuto per così tanti anni, ci si dá pace più facilmente. Ai funerali quasi nessuno piange. Forse lo fanno solo i figli anziani sopravvissuti a loro volta alle loro traversie di vita. Qualcuno si soffia il naso, qualche altro azzarda occhi lucidi, ma nelle parole […]

Ambizioni sportive

In televisione discutevano sulla futura sede delle Olimpiadi e io ascoltavo incuriosito. Intervenne Claretta: – Ma la prossima volta non sono a Londra? – Sì, adesso stanno decidendo la città che ospiterà la successiva edizione. – Mi piacerebbe partecipare come atleta… – Clara, sai quanti anni hai!? Lei si fermò, mi si parò di fronte, […]

A volte

A volte, nel quieto trascorrere dei miei giorni che, lenti, si sgranano come un rosario vespertino, mi chiedo cos’è stato quel lento movimento che ci ha portati l’uno verso l’altra, l’uno dentro l’altra. Erano forti le tue braccia e mi stringevano come se, lasciandomi andare, avessi potuto perdere la ragione della tua vita. Erano scuri […]

Il Principio

All’inizio c’ero solo io. Io ed il nulla. Mentre ero lì non sarei stato in grado di descrivere cosa mi trovavo davanti, forse perché era anche dietro, alla mia destra, sinistra, sopra e sotto di me. No, non è molto corretto dirlo, dopotutto… non c’era che una sola dimensione. Ero realmente solo? Non avrei saputo […]

Esco

Esco, come ogni giorno carica di energia per affrontare la vita: il lavoro, gli amici, la corsa, la palestra, me stessa immersa in un mare di cose da fare. Sulla porta, poco prima di uscire, mi volto e lo vedo lì, seduto, incapace di seguirmi, incapace di capire questo mio mordere la vita ed io […]

Napoli – Roma

Primi giorni di gennaio. Mercato settimanale in una città di provincia. Un vento che ti porta via i pensieri. Visi scuri mettono via la troppa merce invenduta senza nemmeno più la voglia di lamentarsi, senza nemmeno più alzare lo sguardo sugli ultimi passanti. “Tutto a 1 euro ma anche a 0,50” Libri, libri usati o […]

Eccelsa Spaccavento

Dalla sua cattedra la professoressa Eccelsa Spaccavento tuonava. Gli alunni della prima e della seconda fila che occupavano i banchi centrali, ondeggiavano come fruscelli al vento, intimiditi dal cipiglio dell’insegnante e da ogni salire e scendere del tono della sua voce. Eccelsa Spaccavento era famosa per le sue urla. La prima cosa che doveva imparare […]

Otto bellezze… in cinque righe

Bellezza e sofferenza Il gigantesco ippocastano era caduto, e giaceva con il tronco appoggiato sul bordo dell’aiuola di rose. Le grosse radici avevano sollevato l’asfalto; il vento aveva avuto buon gioco investendo quella grande fronda. Ora il possente albero era lì, maestoso, quasi regale. Avvertii un legame fra quelle radici che avevano vissuto per cento […]