Una tazza da tè

Felice, elettrica, entusiasta, cos’altro? Uno stato febbrile mi possedeva da quando la casa dei miei sogni, non era più dei miei sogni, non un miraggio, non più un’idea vaga e ronzante nella testa. Finalmente l’occasione non solo era arrivata ma l’avevo catturata, si, il treno non era passato davanti al mio naso, quel treno l’avevo […]

Sul fondo di un bicchiere

Credevo di aver trovato fedeltà in quella bionda effervescente che danza solo per me rinchiusa nel bicchiere, tra le mie mani. Invece la birra non sempre ti è amica, difatti non aiutava e il nodo proprio non si arrendeva a star giù. Nonostante i miei sforzi ritornava caparbio in superficie. Credo che approfittasse di una […]

Il sogno e il tuo funerale

Era inutile accarezzare le tue mani, il nostro calore si perdeva nella tua freddezza. Nel gelido corpo immobile e serio. Mai così serio. Era inutile urlare il tuo nome, impavida stavi. Il pianto di una madre urtava contro i brividi di una folla silenziosa, ma niente urtava il tuo candido essere senza vita. Sfinita, giunge […]

Zan Yachinto

Maria scendeva lungo il sentiero di pietra e sterpi. A seguire: Goru. Ai loro piedi il mare. Maria canticchiava un motivo nuovo saltando tra sassi e rovi come se li conoscesse per nome, uno ad uno. Goru scodinzolava poco più avanti. Sulla spiaggia, protetti dall’ombra delle tamerici, Goru e Maria giocavano spesso a rincorrersi. -Dove […]

Nel giorno del mio compleanno

Il mio compleanno è sempre un giorno solitario. Perché?  Perché sono nata ad agosto mese di vacanze, perché ad agosto quasi sempre lavoro e i miei amici invece sono al mare, perché il mio lavoro è guidare gli autobus a Roma. Non ci crederete ma malgrado lo stress e la fatica che guidare un autobus […]

La Delusione

Sono deluso, è inutile nasconderlo, sono deluso da tutti. Ma come è possibile che non riusciate ad accorgervi di cosa state dicendo, di come state distruggendo un sogno atteso per tanti anni. Provate, se ne siete capaci, a pensare a ritroso, a quando avevate cinque, dieci, o vent’anni come immaginavate il 2.000? Era un sogno […]

Terremoto

Era una mattina gelida. La sveglia di Karol suonò come ogni mattina alle 07.15. Si svegliò e spense la sveglia dalla suoneria strimpellante, le sue orecchie non la sopportavano, ma era l’unico modo di svegliarsi. Sentiva freddo nonostante fosse comperta con lenzuolo, coperta e un piumone morbido e spesso. Non voleva alzarsi, ma doveva andare […]

Apostasia

«Madre!» Il reverendo Jim Jones esplose con quel grido davanti a tutta l’assemblea. Il sermone era oramai caduto nella parte più pigra, l’assemblea era oramai sonnolenta. Ma davanti a quel prete alto e magro, gli occhi piccoli dietro gli occhialini tondi da vista, il colletto bianco sopra il lungo vestito scuro, urlante, tutti si destarono […]

Lettera per il 2 novembre

Bentrovato Padre Defunto, il giorno della festa che adesso è anche la Tua. Non so cosa dirti, come sempre e da sempre. Non so trovare argomenti comuni. Non so rimpiangerti, non riesco a maledirti. Voglio raccontarti di un vento, che mi ha appena raggiunto, sul cancello del camposanto. Conosco questo vento, dolciastro, tiepido, intermittente. Non […]

Il ragazzo d’Oro – ovvero – alla ricerca dell’Illuminazione

“Il ragazzo d’Oro” (Viaggio extracorporeo) Siamo in molti riuniti in questo sotterraneo, quasi non si riesce a muoversi. Siamo tutti in attesa di un grande avvenimento: l’Illuminazione. Si proprio così… stiamo aspettando tutti l’illuminazione… e pur nel silenzio generale c’é dentro ognuno di noi una forte trepidazione. Non ricordo come sono arrivato in questo luogo […]

Il guardiano del faro

La prima tempesta lo colse improvviso. Lavorava come guardiano del faro su quella isola dimenticata da Dio, da un paio di anni. Gli avevano detto di stare attento al mare. Era pericoloso fidarsi di lui. Sapeva essere terribile. Non bisognava lasciarsi ingannare dalla sua quiete, dal dolce suono delle sue onde. A lui piaceva stare […]

La promessa

Una frase ormai lontana nel tempo, parole del passato ma ancora vive nella memoria, una promessa fatta quasi per gioco e quasi per amore farà di me un assassino. Stavamo passeggiando sul lungo mare, non ricordo di quale città, mano nella mano e cuori intrecciati, una rossa luna stava sullo sfondo, una leggera e piacevole […]