Occhi innamorati

Come sarebbe stato

se mi fossi persa

nel mare azzurro

del mio amore fanciullo?

 

Come sarebbe stato se tu ti fossi perso

nel mare verde

dei miei occhi innamorati?

 

Non lo sapremo mai

come sarebbe stato

se tu mi avessi amata…

 

Informazioni su anna

Amo leggere fin da quando ero piccolissima e mi piace cogliere negli scritti altrui sentimenti, sensazioni, impressioni da condividere. Mi esprimo a mia volta cercando di mettere in luce l'attimo che dà significato a tutta la vicenda che descrivo sia in prosa che in versi. Nei miei scritti uso il linguaggio semplice della vita quotidiana che chiunque può sentire propria e tratto argomenti facilmente comprensibili ed interiorizzabili da tutti. Nei racconti per ragazzi parlo della difficoltà di crescere e degli affetti familiari come centrali alla vita; prediligo i messaggi buoni e positivi, perchè credo nell'effetto didascalico della scrittura e della lettura. Non nego ai miei lettori un sorriso, perchè la vita è bella, varia e offre a chi sa coglierlo, un aspetto di sottile ironia anche nei momenti più bui. Sono convinta che, alla lunga, l'impegno personale paghi e che il libero arbitrio sia l'aspetto più scabroso nella vita di ogni essere umano. Se qualcuno volesse contattarmi, chieda alla Redazione come farlo.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

10 commenti

  1. Come sarebbe stato? La risposta è nella fantasia, nel sogno, nel ricordo di quel qualcosa che ogni tanto prende aria uscendo da una stanza della testa o del cuore per riportare un’immagine di noi, giovani ragazze, che ci stavamo preparando alla crescita della Donna che oggi ha il suo vissuto e il suo futuro da vivere, ma di cui alcuni paletti che ne reggono la struttura, sono proprio nati da quel ” come sarebbe stato”.
    Bella, fresca e ancora odora di gioventù, quella Donna….
    Un saluto.
    Sandra

  2. E’ una poesia bellissima! A volte nella mente ritornano pensieri azzurri e la mente vola verso quei cieli sconosciuti e misteriosi del “SE” quando il desiderio proibito dell’abbandono assume la forma del sogno… I sogni sono la parte più delicata della nostra anima e come tali bisogna proteggerli perché dentro quei sogni ci siamo noi!
    Grazie anna per questa poesia! Ho sognato anche io!
    Un abbraccio,
    laura

  3. Come sarebbe stato Anna, come sarebbe stato…
    Sei tornata una ragazzina, lodevole questa tua elasticità mentale.
    Sinonimo di un’intelligenza che non si nutre di libri e di cultura in genere, ma un’intelligenza più evoluta, vissuta, estasiata.
    Penso….. 🙂
    Credo….. 🙂
    Grazie.

  4. Cara Anna, a me piace volare e tu lo sai. In diverse poesie ho “riacciuffato” sensazioni andate, impolverate dal tempo ma mai sbiadite.
    “Mi sono accorto di te” e “Non ho mai smesso di amarti”, sono, per esempio due fotografie di tali momenti;
    che però scompaiono davanti alla bellezza di questa tua “Perla”.
    Io, la definisco ECCEZIONALE!!!
    Bravissima, un caro abbraccio e 5 stelle.
    QS-TANZ.

  5. “Come sarebbe stato?”: l’eterna domanda che prima o poi fa capolino tra i ricordi e per un attimo ci ferma il respiro. Potessimo mai vedere come in un film che vita sarebbe stata se… Ma tutto sommato poi perchè? Se non è stato è perchè in fondo non valeva la pena che fosse e allora che senso ha rimpiangere? Spolveriamo i nostri ricordi ogni tanto, con cura, perchè no? Ma poi riponiamoli, giriamo le spalle, alziamo la testa e pensiamo a chi c’è e ci sarà.
    Versi universali Anna, splendidi.

  6. L’ipotesi fantastica di un sogno mai realizzato, ma che ti lascia una dolca inquietudine, piena di
    struggente malinconia, bella poesia che potrebbe appartenere a tanti ex giovani, GRAZIE!!!!
    EMA

  7. Quante volte ci chiediamo come sarebbe stata la nostra vita se alcune cose fossero andate in modo diverso; una vera risposta purtroppo non possiamo darcela, ma possiamo solo immaginarla.
    Bella e tenera questa tua poesia.
    Come sempre, tanti complimenti in compagnia di 5 stelle.

  8. Davvero bella! Dopo averla letta non passa indifferente…

  9. Bella domanda! 🙂 Brava Anna!
    Un abbraccio che circonda

  10. Vi ringrazio tutti per la lettura.
    Le parole semplici, le domande apparentemente superflue incidono nelle nostre coscienze più di quanto pensiamo…
    Un abbraccio a tutti.
    a.

    Bentornato, Marinaio!
    Mi fa piacere saperti di nuovo in porto e tra noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *