Ti aspetto

Ti aspetto,

con il tuo tempo ed i tuoi pensieri.

In una sera d’estate

vicino alla speranza del tramonto

o in un mattino d’inverno

sognando il tepore della  primavera.

Una carezza o forse un bacio,

sospesi tra di noi

in un passato lontano

rimangono a legare queste vite,

nostre, fiere e un po’ ammaccate.

In un sogno

che è un respiro di realtà

io ti aspetto

con ciò che avrei dovuto dirti allora.

E restituirti quell’abbraccio,

ma non ti ho mai incontrata.

13 Commenti per “Ti aspetto

  1. Una bella poesia che forse rincorre il passato.
    Ma, come dire…, – in una sera d’estate, o in un mattino d’inverno – , la speranza ha sempre i colori dell’alba, per un – trovarsi e raccontarsi ciò che si era perduto nel tempo ma, non nella memoria.
    Bellissima.
    Un caro saluto.
    Sandra

  2. Che bello questo tempo d’attesa…
    Un tempo per ritrovarsi e ritrovare anche se stessi, i ricordi, il momento per ricucire desideri e promesse…
    Grazie di questi versi caldi e ricchi di sentimento.
    Un abbraccio
    anna

  3. Bellissima!!! Racchiude le speranze degli innamorati, che come tali hanno sempre dei sospesi di pensieri e parole d’amore, incompiuti.
    Cinque stelle più che meritate, saluti
    EMA

  4. La speranza di trovare la persona giusta ci accompagna sempre… bellissimi versi.
    Angela

  5. Complimenti uomo “sei poeta” senza ombra di dubbio, leggo e rileggo e penso… cavolo questo è poeta vero, come vorrei essere io….
    Grazie.

  6. Poesia di linda compostezza, misurata su un accorto equilibrio di cordialità e decoro.
    La voce è intonata su semplici ritmi di un tema modesto, individuato con intelligenza e coltivato con serietà. Così da farla apparire autentica agli occhi del lettore. Cosa che sanno fare in pochi.
    Un saluto da Stefano.

  7. x Sandra: hai ragione Sandra c’è tanto passato in questa poesia, un passato di tantissimi anni fa.
    Come sempre, continuiamo a capirci. Grazie per la lettura. Un saluto caro. QS-TANZ.

    x Laura: grazie!. A presto leggerti.
    Saluti da QS-TANZ.

    x Anna: l’attesa……….che non finisce mai e ci accompagna quasi a ritrovare noi stessi. Grazie Anna, come ho detto anche a Sandra, continui a capirmi; un caro saluto. QS-TANZ.

    x EMA: grazie per la lettura e per il sincero apprezzamento. Cari saluti da QS-TANZ.

    x Angela: grazie anche a te Angela per esserti soffermata su questa poesia. Un caro saluto. QS-TANZ.

    x Folletto: ciao Folletto, ma dov’eri finito? Immagino che le mie ultime mie poesie non fossero sulla tua lunghezza d’onda, che ci vuoi fare, capita.
    Sei sempre lusinghiero nei tuoi commenti e di questo ti ringrazio. Ma anche tu sei poeta vero, un po’ come tutti coloro di questo sito che, chi più chi meno, si adoperano per usare la penna al meglio delle loro possibilità;
    spremendo la fantasia, alimentando i sentimenti più vari.
    Forse, a modo nostro, siamo tutti poeti con l’eccezione di chi fa sue “perle” di altri.
    Continua a scrivere poeta vero, continua a leggere con la tua estrema attenzione!
    Un caro saluto ed a leggerti presto.
    Con la stima si sempre. QS-TANZ.

    x Stefano: grazie per aver letto e commentato.
    Molto articolato il tuo commento, quasi da critico letterario. Non ti nascondo che mi ha incuriosito.
    Grazie ancora ed un caro saluto. QS-TANZ.

  8. Il cuore non scorda nessuno dei suoi battiti ed in momenti particolari srotola nella nostra mente il suo tracciato mostrandoci il passato. E’ sempre dolce ripercorrere certi sentieri, anche se non hanno mai portato da nessuna parte: sono profumi e visioni che la giovinezza di allora ha impreziosito e che ora, come sogni, crediamo meraviglie perdute ….ma se non ci hanno seguito è perchè forse così tanto care non ci erano.
    Certi fantasmi feriscono chi divide con noi la vita vera: esorcizziamoli e accarezziamo il futuro.
    Sempre emozionanti i tuoi versi, QS-TANZ, e io mi lascio sopraffare ….

  9. Ciao ICE, non ti leggo da un po’, spero per te tutto bene.
    Riecco i tuoi commenti precisi, puntuali e…… centrati.
    Tu commenti ed io sono un libro aperto: quanto siamo uguali a volte……
    Come mi stupisci…….
    Un caro saluto e grazie per aver letto con la tua consueta attenzione e sensibilità.
    QS-TANZ.

  10. Grazie Lucia; anche tu mi segui sempre con attenzione: te ne sono grato.
    Un caro saluto. QS-TANZ.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *