Cuore

Alla voglia del cuore

non appartiene certo

il silenzio e il distacco.

 

Quelle lunghe pause

nelle stagioni andate

sono un gioco

consumato nel ricordo.

 

Amare la notte,

non significa

non saper salutare

il giorno.

Informazioni su SANDRA CARRESI

Sandra Carresi, fiorentina di nascita, scrive dal 1999 dopo l'impatto con una malattia antica. Il suo primo elaborato "Mi voglio raccontare" é appunto del 1999. Si tratta di racconti brevi, fra verità e fantasia. Continua a scrivere, soprattutto poesie, partecipa a concorsi riscuotendo attestati di merito e premi. Ha vinto nel 2003 il primo premio al Concorso organizzato dal Comune di Lastra a Signacon la poesia a tema: "Arno, fiume di pensiero". Considera la penna un'arma efficace, scrivere la fa sentire viva e combattiva. Nella vita lavora per un'Associazione occupandosi di contabilità. Ha molti amici, alcuni storici, altri acquistati strada facendo. Si considera una donna fortunata.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

14 commenti

  1. Eccellente Sandra, come sempre d’altra parte.
    Questa poesia nella sua delicatezza esprime una forza notevolissima.
    Il giorno, certo, sta davanti a tutto.
    5 stelle ed un caro saluto.
    QS-TANZ.

  2. C’e sempre un altro giorno, un nuovo giorno, una volta ancora per riconfermare il proprio sentimento.
    La bellezza del viver é proprio questa, alla pausa segue il respiro che rianima e fa nuovamente battere il cuore.

  3. Bellezza dei versi e affermazione dei propri sentimenti parallelamente si sviluppano, brava come sempre a cinque stelle, saluti cari!
    EMA

  4. x QS
    Grazie carissimo.
    A leggerci.
    Sandra
    .
    x Anna
    Il respiro, soprattutto quello dell’anima, è la forza della vita stessa.
    A presto, carissima, grazie.
    Sandra
    .
    x Ema
    Grazie, cara Ema, raccolgo l’apprezzamento e contraccambio con un abbraccio. A presto.
    Sandra

  5. Lucia Manna

    C’è sempre una nuova alba che nasce, pronta a far battere i nostri cuori.
    Complimenti per questi splendidi versi e 5 stelle.

  6. Mi hai fatto venir voglia di leggere!!!

  7. La tristezza di una giornata persa. Persa nel rancore, nel non aver saputo “lasciar perdere”. E intanto il tempo non fa sconti, e passa. Non ci resta che pregare, c’è qualcuno più grande di noi che ci può aiutare.
    Grazie Signora Sandra.

  8. X Lucia
    Grazie carissima, di esserci sempre col tuo affetto.
    Sandra
    X Salva
    Ne sono compiaciuta! Grazie.
    Sandra
    X Sonia
    Il tempo non passa inutilmente quando si parla di -cuore – perchè ci si veste di emozioni.
    Grazie della lettura, e…, si può invece fare a meno della -Signora-, basta, semplicemente, Sandra.
    Grazie, un caro saluto.
    Sandra

  9. Bellissima la tua poesia, profonda e delicata, come solo tu sai fare.
    Mi piacerebbe poter dare alle persone che amo e che in questo momento soffrono impotenti, la stessa sensazione di dolcezza, di conforto che la tua poesia esprime. Sei veramente brava. Grazie.
    Un bacio da betta

  10. X betta
    Arrossisco per le capacità che mi attribuisci e come sempre, la tua presenza mi procura gioia.
    Un abbraccio.
    Sandra

  11. Angela Giordano

    Farsi guidare dal cuore ci fa sentire meglio e ci rende più tolleranti.
    Molto bella Sandra… 🙂
    Angela

  12. x Angela Giordano
    Grazie della lettura e dell’apprezzamento, contraccambio con un caro saluto.
    Sandra

  13. Inserire tanti elementi in sole tre strofe non è cosa da poco. Per enumerazione abbiamo: cuore, silenzio, distacco, pausa, gioco, notte, giorno. Un alternarsi di parole che scandiscono il tempo che passa inesorabile. Poi la ciliegina finale mi ha veramente sorpreso. Il doppio senso che non lascia intendere se sia una affermazione o una costatazione. Per arrivare a tanto servono anni di studi costanti e di esperienze dott. Sandra. Che dire, mi complimento per la sua bravura che ho molto apprezzato.
    Un saluto da Stefano.

  14. X Stefano
    Grazie tante per la lettura e l’apprezzamento che raccolgo.
    Non sono dott. , sono stata una vita intorno ai numeri, “robaccia” come la partita doppia etc., ma la mia testa e il mio cuore hanno sempre respirato poesia.
    Un saluto.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *