Second life

Nel villaggio della secondavita

scorro i diari di amici

– sconosciuti –

un mondo di facce,

immagini e pensieri,

risate e lacrime di anime

– lontane -.

E poi gli appelli

le proteste, gli urli

silenziosi

di chi dissente o cerca

– comprensione -.

Perfino gli animali chiedono

una casa, rispetto,

protezione.

 

La belva

si nasconde

nel nostro mondovero!

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

6 commenti

  1. Il tempo di oggi trasformato in poesia.
    Un abbraccio.
    sandra

    (facente parte della tua second life)

  2. Sandra, noi siamo partite dalla second life, ma siamo qui nella vita era con tutto l’affetto, l’amicizia e la bellezza di conoscerci davvero!
    Grazie, Racconti Oltre!!!
    Grazie, Luca!
    a.

  3. Una Poesia davvero bella, come del resto sono i tuoi scritti.
    Complimenti e 5 stelle.

  4. Questa poesia è riconducibile a un fatto di cronaca avvenuta di recente a Roma. Famiglie senza tetto, avendo occupato degli stabili, venivano fatte sgombrare dalla forza pubblica. Qualcuno gridava: Perfino gli animali chiedono/ una casa, rispetto,/ protezione/ A leggerla bene questa poesia sembra riprodurre la condizione che caratterizza molte persone anziane del nostro tempo. Afflitti da monotonia, assenza di interessi, e di vuoto.
    Qui si nasconde la belva del nostro tempo.
    Un abbraccio da Stefano.

  5. Bella poesia, con un accorato appello al rispetto e alla protezione, che tutti gli esseri viventi ne avrebbero diritto, mentre il mondo si impegna per ben altri obbiettivi, più venali.
    A risentirci un abbraccio (a 5 stelle).
    EMA

  6. Nicolas Antares

    Un grido verso il mondo che non vuole ascoltare con l’animo teso a comprendere cosa riserva una delicata parte della vita che innalza ed aumenta la capacità di meditare e di comprendere.
    Bella. Un caro saluto. Nicolas.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *