Nodi

Mancherai.

Mancherai negli occhi,

nella voce.

In ogni mia percezione.

Mancherai quando piove,

e i passanti si affrettano

con piegati ombrelli,

tra auto bloccate

e scarpe zuppe.

Mancherai col sole,

e le strade e i palazzi

riflettono luce e vita.

Mancherai nei miei passi,

nelle mie ore, nella mia strada

con le persone della mia vita.

Mancherai nel fiato,

e il petto si gonfia di malinconia,

e gli occhi di lacrime.

Perché anime siamo.

Anime legate,

come lacci di vecchie scarpe

che slacciati dopo tempo innumerevole,

tengono ancora le forme

e le curvature del nodo.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

7 commenti

  1. Molto bella, complimenti.
    Quando qualcuno-a- a noi caro, viene a mancare, fisicamente o altro, è una grande sofferenza per il cuore e la mente.
    I ricordi, gli atteggiamenti, le abitudini, i profumi, sono le uniche componenti che ci fanno compagnia, ma con molta malinconia.
    Grazie.
    Sandra

  2. Domenico Longo

    Un sincero grazie a te, Sandra! Per il tuo pensiero ed il complimento.
    Domenico

  3. Nicolas Antares

    Una bella poesia. Trovo di pregevole idea il finale con l’analogia delle anime legate verso i lacci di vecchie scarpe. Bravo! Un caro saluto da Nicolas Antares.

  4. Domenico Longo

    Mille grazie Nicolas! Cari saluti a te.
    Domenico

  5. La mancanza, cioè l’assenza di…
    Si avverte nei momenti di struggente solitudine e si è soli anche in mezzo alla folla, perchè la mancanza ci fa sentire soli anche nel deserto di una città viva e affollatissima, come Parigi, come canta Violetta nella Traviata.

  6. Verissimo, Anna. La non-umanità di molti aspetti del quotidiano, il più delle volte, non fa altro che accentuare tale sensazione.

  7. Veramente molto bella. Sono senza parole, complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *