Metamorfosi

Mi svesto,

abbandono la corazza

Sembra freddo fuori

ma l’aria è di primavera.

 

La nuova leggerezza

mi riempie gli occhi

e di un azzurro buono

è il cielo intorno.

 

Come puzzle carichi di colore

si aprono alla vita le leggere ali

mi sposto di fiore in fiore

mi disseto con il loro nettare

e mi inebrio del loro profumo.

 

Da bruco a farfalla

 

La metamorfosi è finita

Comincia ora la mia nuova vita.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

5 commenti

  1. Una poesia fresca. Pennellata di primavera e auguri a quella farfalla.
    Sandra

  2. Che piacere rileggerti, Elisa!
    Una poesia leggera e carica di significati!
    Grazie!

  3. Mi unisco al commento di ANNA, per la tua bella poesia, saluti
    EMA

  4. elisa longhi

    Ciao carissime ragazze.
    Sandra ed Anna mi siete mancate, mi sono mancati i vostri versi, la vostra sensibilità e le affinità che ci uniscono.
    Grazie per esserci.
    A te Ema grazie per il commento generoso, ho letto una tua poesia ….sei speciale!
    Elisa

  5. Nicolas Antares

    Bella, fresca e leggera. La metafora aiuta il poeta a spiegare ed a raccontare: tu ne hai fatto uso in maniera originale. Brava! Un caro saluto da Nicolas Antares.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *