Pensieri notturni

Se ci pensiamo, la maggior parte di noi sono dei talenti sprecati. Voglio dire, immaginate di essere cresciuti in un contesto diverso, allora si sarebbe sicuramente sviluppato in noi un punto di vista diverso, completamente o in parte, ed è dai punti di vista, dalle idee, che parte tutto.

Oppure immaginate di aver scoperto tempo fa quel lato profondo che ignoriamo e che solo a volte percepiamo: l’inconscio insomma, se avessimo parlato tempo fa con la nostra coscienza. Ora saremmo sicuramente differenti, sapremmo verso che cosa è indirizzata la nostra vita, avremmo una valida motivazione per concludere i nostri progetti. Perché non voglio assolutamente pensare che quella parte profonda di ognuno di noi sia qualcosa di piccolo e insignificante, no, deve essere sicuramente qualcosa di essenziale, qualcosa che regola ogni nostro lato, ogni cosa che ci appartiene e alla quale noi apparteniamo. Voglio pensare che sia così, voglio crederci.

Però pensate a quante persone lo scoprono più tardi, o a quelle che non lo scopriranno mai, e chissà, magari sarebbero stati degli scrittori, ricercatori, pittori, e invece sono rimasti nell’attesa di “quel – famoso – qualcosa” che non arrivava.

Io sono sempre stata nell’attesa, ma non può essere così semplice, è impossibile che non richieda alcuno sforzo, alcun sacrificio; ogni cosa inizia da piccoli passi, da quelli un po’ insicuri che però decidiamo di fare. Ci vuole coraggio per iniziare, e il solo gesto di farlo ci fa acquisire coraggio. Io devo smetterla di aspettare, io devo trovare. Queste non possono rimanere solamente delle parole, solamente pensieri. Bisognerebbe custodire ogni parola, ogni pensiero, disegnarli dentro il nostro cuore e fidarci di esso. Ho sempre fallito mettendomi alla prova, diminuendo la convinzione e la voglia, è talmente complicata come cosa, è complicato il solo fatto di accettarla, di percepirla su di noi. Ma, forse, le cose difficili hanno in sè una soluzione molto semplice, è la voglia, l’intento, a renderle più complicate. Ammettere a sè stessi ciò che si ha sempre cercato di negare è già un grande passo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *