Pesci rossi nella vasca

Una vasca di bianco marmo

e pesci rossi.

Una piazza

e intorno

come un girotondo

monumenti di bronzo

ai caduti.

Giocano allegri bambini intorno

nell’estate di sole

di giochi

e schiamazzi

fra i mercati.

Solo il manto stellato

accoglie il riposo

e la tregua al gioco

là, nella campagna libera

dimora dei nonni.

Ricordi lontani in un passato

di vacanza

fra ginocchia sbucciate

e risate di sale

mescolate a lacrime che sporcano

guance abbronzate

e perle indossate su un collo

che affida

alla testa

il passato colorato

di un Mondo

ormai andato.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 commenti

  1. Quanto sono belle le estati dell’infanzia, dove il tempo spazia davanti, infinito.
    Le giornate non hanno mai fine, e i giochi, sempre gli stessi, semplici e ingenui, non annoiano mai.

  2. X Raffa
    grazie del passaggio di lettura.
    Sandra

  3. Grazie per questa bella poesia che mi ha permesso di ricordare la mia infanzia…

  4. x Carlo Silvano
    Grazie per aver apprezzato.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *