All’imbarcadero

Il vecchio San Giulio
bonario
naviga
l’acque verdi
del tramonto lacustre.

Stiamo,
noi due,
seduti
sulla terza panchina,
protetti
dagli alberi ombrosi,
le mani
affettuosamente
avvinte
e
silenziosi.

Guardiamo.

Viaggiatori
vengono,
viaggiatori
vanno
nel movimento
continuo
della calma
perfetta.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 commenti

  1. Lenta e serena scorre la vita, accompagnata da affetto, amicizia e amore, ricchezze da pochi possedute e credute. Molti viaggiatori, corrono distratti senza pensarci, arrivando in fretta alla meta in solitudine.
    bella. sandra

  2. elisa longhi

    Davvero bella!
    Elisa

  3. Molto bella; una poesia dolce, dolce.

  4. E’ molto bella questa poesia, molto pittoresca, molto ben ‘isolata’, nel senso come fosse un quadretto, nel suo scenario e nei suoi personaggi, ha molto colore e dà quel senso di calore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *