La promessa infranta

Mi avevi promesso

quell’amore

di cui si dice per sempre

invece

mi hai lasciato qui

abbracciato ad un ricordo

seduto in disparte

all’angolo del mondo

come un pugile indifeso

a cui è stato reso

forse più di quanto

ha mai dato.

Hai dipinto i miei sogni

con i colori delle tue parole

che hai poi lasciato sbiadire

tra le pagine del tempo.

Hai permesso alle paure

di allontanare i tuoi passi

dai miei

lasciando naufragare

le mie poche certezze

in un mare

di assurde parole

che si intrecciano

a tesser trame improbabili

nell’ordito del tempo.

Non riesco

a lasciare andare

quello che neanche il tempo

riesce a far sparire

come resta impossibile

cancellare

quello che si è scritto

tra le pagine dei ricordi

con le lacrime del cuore.

2 pensieri su “La promessa infranta”

  1. Povero pugile! Vorrei esortarti ad alzarti e combattere, ma è inutile, perché so che lo farai.
    Ora, forse, è giusto che tu rimanga seduto ad aspettare. Il tempo passa, le ferite si richiudono. Lasciano il segno, diventando cicatrici. L’animo, svuotato di lei, si riempirà di ghiaccio. Il ghiaccio si scioglierà ancora, e il sole potrà risorgere anche per te.
    Ti mando una carezza.

  2. Molto bella. Nei percorsi della vita, talvolta accade di cadere a tappeto, poi un altro sole entra di prepotenza nella stanza principale, il cuore. Ti auguro grande luminosità imminente.
    Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *