Kilometri di ferro

Tra la folla e il rumore

Che fa il vecchio e pesante motore

Tra la costa e l’altra sponda

La nuvola che passa oscurando l’onda

Incanta

Dolce suono del mare che sorregge

Kilometri di ferro e gente a gregge

Leggero si rompe tra la quiete

Vasto e rinchiuso tra due mete

E se ancora ti chiedi perché lo senti

È perché lo fai col cuore più che con gli altri sensi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *