A mamma

“Cose che possono essere solo tue. Tesori da custodire, valori da amare, e niente da capire.”

Il mio primo ricordo

Una facciona grande come il mondo

E un sorrisone

E io sorrisino

Un sorriso contro un sorriso: chi la vince?

Un gattino accompagnato all’asilo

Che strano trotterellare

Su quelle strade non ancora asfaltate

Mano nella mano a un angelo, che malinconia

Quando poi te ne andavi via!

E Chi vinceva, fra tristezza e allegria?

Primo giorno di scuola, passato in un secondo.

E i compiti, e gli anni, e poi le gioie e gli affanni

Tutto ti vedeva sempre presente

Che fatica su quella poesia, ma Tu mi seguivi

Fino a ché la bastarda non diventava mia

Prime carte da gioco, chi vinceva seppure per poco?

E che fitta si sente, solo a pensare

Quante volte ti abbiamo fatto arrabbiare.

Che gioia, che luminoso paradiso

Quando un fatto divertente sfociava nel riso

E quando dagli amici la domenica a casa tornavo

Inevitabile a sferruzzare ti beccavo, e tu subito:

– Ehi, guarda che la tua Inter oggi ha perduto!

L’Inter l’ha perdùu? O Madòna.

E allora chi ha vinto?

Ma lo so: hai vinto tu.

Hai sempre vinto tu.

Madre di saggezza, madre di tenera gaiezza

(I complimenti riservati ai politici in TV… )

Madre di bontà e di generosità,

Profumo di torta di mele e di sincerità

Le guance riconoscenti ringraziano per qualche lezione

Brevi istanti di sana buona educazione

Ma Grazie per tutte le cose belle, grazie

Per avere vinto quella strana malattia

Che avrebbe voluto portarti via.

Ricordi, Com’era bello ramazzare insieme le foglie nel cortile?

Ora, aspetto che torni presto Aprile.

Sboccia contenta la primavera, e noi

Festeggiamo il compleanno di una amica sincera.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 commenti

  1. Che bello avere questo rapporto con la mamma. Vorrei averlo avuto anche io.
    Auguri di salute e lunga serenità per la tua mamma.

  2. Giorgio_del_63

    Grazie. E’ nata quasi di getto, qualche mese fa. Me l’avevano chiesta due amici, e che bello ora vederla pubblicata, e in occasione di questa Festa. L’unica tristezza: la diretta interessata, che pure sta bene, si trova in casa di riposo e in questi giorni a causa della emergenza covid e dell’imposta quarantena non sono permesse visite. (Almeno tramite WhatsApp la possiamo vedere, povera)

  3. Meno male questi strumenti di comunicazione. Auguri

  4. Ho ripensato alla destinataria di questa tua bellissima poesia. Spero l’abbiate potuta riabbracciare. Sarà stata contentissima di leggerla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *