Battito d’ali

Ti sembrerò un idiota

Magari faccio un po’ ridere

Lo so

Ma senza di lei, vedi

Davvero non ci sto

Stamani al lavoro

Mancavo di qualcosa

Lei sapeva esser tutto

Tranne che noiosa

E vedo in ogni istante

Una bionda chioma fluente

Occhi azzurri, mi chiamano

E mi volto

Ma lì davanti

Il nulla oltre la gente

Oh, lo so dov’è

Chissà come si sente

Io e lei

Riscaldare una vuota stanza

Giri di valzer

Gioia stordente

Perché non posso

Tenerla ora per mano?

Avvolgermi nei suoi sogni

E andarcene,

Io e lei lontano?

Andrà tutto bene – mi dicono –

Un mondo intero

Attende un miracolo

Non chiedo così tanto

Mi si sfila una lacrima

Fazzoletto d’arcobaleno

Non riempirà

Questa sempre vuota stanza

Una sola preghiera,

Un solo desiderio,

Signore, se puoi:

Fammi rivedere il sano,

sereno cielo

Degli occhi suoi

1 commento per “Battito d’ali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *