Il vaso di basilico

Nel pomeriggio

caldo e assolato

Marta

gioca tranquilla

il gioco infinito

di mamma e bambina.

Lungo il muro

bianco

di gelsomino

Tigrotto

avanza

lento e furtivo.

Ignora

il passero

guardingo

e le sue briciole sparse.

Evita

la mia carezza.

Si ferma

al vaso di basilico

e

beve

assetato

tutta

l’acqua

nel piattino rosso.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

3 commenti

  1. Si sente il profumo di basilico fino a casa mia, si sente la freschezza della primavera, anche se, quest’anno un po’ svogliata, e quella dell’animo tuo, sempre giovane e allegro.
    Sandra

  2. Che dolce! Grazie per quest´attimo splendido della tua vita. Ciao
    Tilly

  3. Ecco una sana dimostrazione del saper cogliere la poesia. BRAVA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *