Aspo

La vecchia antica

Macchina

Che ha attraversato

Due secoli

Si ricorda bimba

Sui banchi di scuola

Ricorda una bicicletta

“Pipper”

Bianca con piccole ruote

In Viali non affollati

Da macchine e bus

Sposa e poi

Mamma col suo

Piccino al seno

Lavoratrice impegnata

Fuori e dentro casa

Adesso il filo avvolto

È diventato matassa

Che al sole dell’oggi

Riflette, ricorda

E vorrebbe sciogliersi

E stendere quel lungo filo

Alla luce fredda della Luna

Auspicando alle Stelle tutte

Di farla brillare ancora

Come allora.

2 commenti per “Aspo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *