Albagìa

Indossavi l’abito

Della semplicità

Mettevi un sorriso

In cucina

E piacevi

Imparavi con abilità

E cortesia

Poi, sono arrivati Loro

Vestiti di albagìa

Hanno aggiunto

La violenza

E ti hanno

Lasciato in terra.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

3 commenti

  1. 🙁 albagìa? Sei generosa.
    Attribuisci loro la capacità di articolare una convinzione su ciò che sarebbe giusto e sbagliato.
    Ma non è così.
    In loro vi fu solo stupidità, che mosse a violenza corpi troppo vigorosi per menti così piccole.
    In un perimetro di inazione totale:
    – nell’immediato, la paura della gente comune. Presente, ma inutile;
    – nel lungo termine, l’inazione del potere costituito, di cui una mente semplice come la mia non comprende che uso faccia delle prerogative e guarentigie di funzione.
    – in generale, di famiglie arrese. Se non addirittura solidali.
    Le vittime vanno ricordate. I carnefici… non mi esprimo. Ma ho pensieri cattivi.
    Ciao

  2. X Raffa
    Questo mio pensiero scritto è rivolto esclusivamente alla persona a cui è stata tolta la vita. Vuole essere un urlo di rabbia e di vergogna verso certi elementi vestiti di boria, altezzosità, presunzione e pienezza di sé, il tutto poi, trasformato in violenza, delinquenza e assassini.
    La generosità, in genere è un elemento che mi appartiene, sicuramente NON in certi soggetti, per me, irrecuperabili.
    Grazie del passaggio di lettura.
    S.C:

  3. Condivido in pieno il tuo pensiero.
    Abito vicino a Colleferro. Ed è accaduto un mese dopo fatto analogo a Perugia, e meno di un mese prima di analogo fatto sul litorale romano (questa volta senza vittime).
    E sicuramente sto dimenticandone alcuni altri, ma basta uno per tutti.

    Grazie a te per le tue parole sensibili.
    Ciao
    R.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *