Chèripo

In quella spiaggia a noi cara

Di sole e di sabbia altissima

In Marina di Donoratico

Noi due ancora insieme.

Tu, poco stabile sulle gambe,

io, attenta ad ogni tua mossa,

guardavamo il mare calmo

poi, si è avvicinato Lui

dalla pelle scura, magro,

alto e vestito di bianco.

Tante collane in mano.

Pietre della sua Terra lontana

Intrecciate con pazienza e tenacia

Dalla sua mamma.

Tu, hai insistito

Per regalare a me

La più bella con infilato

Quasi per magia

Qualche schèripo indiano.

La indosso spesso, sento Te,

Le chiacchiere di un

Mondo lontano

A memoria e valore

Di ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *