Come scrivere un racconto breve: guida e consigli

Scrivere un racconto breve ci dà l’opportunità di esercitare la nostra creatività! È un modo per dar vita ad una storia in genere più o meno corta, per esprimere un’idea e per metterci alla prova cercando di catturare l’attenzione del lettore in poche pagine dando sfogo alla nostra fantasia e immaginazione.

Ecco quindi alcuni suggerimenti che potranno essere molto utili a tutti coloro che vorranno mettersi alla prova con la scrittura di un racconto breve.

Indice:
Come scrivere un racconto: consigli
Scrivere un racconto: fasi generali

scrivere un racconto

***

Come scrivere un racconto breve: consigli utili

Scrivere un racconto breve per molti è un’attività estremamente gratificante e appassionante, sia per chi è alle prime armi con la scrittura creativa, sia per gli scrittori più esperti, perché è necessario sintetizzare al massimo le proprie idee e le informazioni che si vogliono comunicare, scegliendo con attenzione le parole e gli elementi narrativi più importanti.

Se vuoi scrivere un racconto e una storia interessante e ben strutturata questi passaggi di seguito possono essere fondamentali:

Scegli un argomento o un tema che ti appassioni o che vorresti esplorare. Questo ti aiuterà a dare vita alla tua storia e a renderla interessante.

Crea dei personaggi interessanti e credibili. Dai loro tratti distintivi e una personalità forte, e pensa a come questi personaggi interagiranno tra loro.

Costruisci una trama solida e coerente. Includi eventi che siano logici e che portino naturalmente alla risoluzione della storia. Alcune tecniche comuni utilizzate nella scrittura di racconti includono il “metodo del punto di svolta”. Scegli un evento che cambierà la vita dei tuoi personaggi e costruisci la trama intorno a quell’evento. Oppure crea una “storia a sorpresa”: inizia con un evento inaspettato che catturi l’attenzione del lettore e svela gradualmente la verità dietro di esso.

Utilizza uno stile di scrittura vivido e descrittivo. Usa i sensi (vista, udito, olfatto, gusto e tatto) per rendere la tua storia più immersiva e coinvolgente per il lettore.

Rivedi e modifica il tuo racconto. Assicurati che sia coerente e che non ci siano errori di ortografia o di grammatica.

***

Scrivere un racconto: fasi generali

La scrittura di un racconto può essere suddivisa in alcune fasi generali, in questo modo potrà essere più semplice e anche più organizzato il tuo lavoro di scrittura:

Ideazione: è la fase in cui si decide sull’argomento e sulla trama del racconto. Partire da un’idea: inizia pensando a un’idea generale per il tuo racconto, come un personaggio, un luogo o un evento. Sviluppa la tua idea in una trama più completa utilizzando gli elementi tradizionali del racconto come incipit, climax e finale.

Scelta del punto di vista narrativo: ovvero il modo in cui la storia viene raccontata e vista dal narratore. Può essere per esempio, in prima persona, o in terza persona, oppure si può dare un punto di vista onnisciente, dove il narratore sa tutto sui personaggi e gli eventi, può entrare nei loro pensieri e anche raccontare di eventi futuri o passati. La scelta del punto di vista narrativo può influire significativamente sulla struttura e sull’effetto finale del racconto, in quanto può creare una certa distanza o una maggiore vicinanza tra il lettore e i personaggi.

Stesura del piano: in questa fase si scelgono i personaggi, si stabiliscono le loro caratteristiche e si definiscono gli eventi principali della trama. Gli eventi principali della trama di un racconto sono quegli episodi o azioni che sono cruciali per la narrazione e per lo sviluppo della storia. Essi sono spesso chiamati “punti di svolta” o “punti chiave” e rappresentano i momenti in cui la trama si evolve e i personaggi affrontano sfide o prendono decisioni importanti. Gli eventi principali sono spesso legati alla risoluzione dell’incipit e alla risposta alle domande: “cosa vuole”, “come ottenerlo”, “cosa gli accadrà se non lo otterrà”.

Stesura del primo abbozzo: in questa fase si scrive una prima versione del racconto, che può essere poi rielaborata e modificata successivamente.

Revisione: in questa fase si rilegge il racconto e si apportano eventuali modifiche, per migliorarne la struttura, la coerenza e il ritmo narrativo.

Editing: è la fase in cui si correggono gli errori di grammatica, di ortografia e di stile, per rendere il racconto il più possibile accurato e scorrevole.

Pubblicazione o presentazione: una volta che il racconto è stato completato e rivisto, si può decidere farlo leggere ad amici e conoscenti, o altri colleghi scrittori, per avere dei feedback diretti, e poi magari solo dopo potremo decidere di pubblicarlo o di presentarlo ad un pubblico, o inviarlo ad un concorso letterario.

Per concludere, possiamo affermare che spesso la scrittura di un racconto sarà un continuo perfezionamento e modifica, e non esiste una formula magica per ideare il racconto perfetto, perché ognuno ha il suo modo di scrivere e di raccontare una storia. Per questo la strada migliore è sicuramente quella di mettersi subito a scrivere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *