Liguria terra mia

Liguria terra mia

E sempre mi commuovo quando torno!

Mia terra, che mi appari da lontano

come cornice d’oro

adagiata sull’azzurro mare!

Non mi commuovo invano,

che nella mente affiorano i ricordi,

i più lontani, dei bei giorni lieti;

mia bella, mia superba

terra di naviganti e di poeti!

In te l’anima ritrova quella parte

di sè che a volte sfiora l’infinito,

tu accarezzi le sue ferite

come l’acqua dei tuoi fiumi la pietra,

come il vento le coste e gli aspri monti.

Eppure da te spesso mi allontano

da ataviche vele trascinata

verso sempre nuovi orizzonti.

Poi più bello è tornare ai tuoi declivi,

in dolce simbiosi ritrovarmi

nelle argentee spirali degli ulivi;

lasciar lo sguardo perdersi

su spalliere di rose;

posare la mia stanchezza infinita

dove il giallo di ginestre e di mimose

tra il verde, suadente m’invita;

restare con lo scoglio

ad ascoltare le storie antiche

che con voce di mare gli racconti.

E un giorno con ali di gabbiano

radere l’onde e poi spaziare

nei tuoi fiammanti tramonti.

 

Informazioni su amicapoesia

Questa sono io: o meglio, questa ero io un bel po’ di anni fa. Oggi purtroppo il tempo ha lasciato i suoi segni, però le emozioni, intatte, non scivolano via con gli anni, ma restano a testimoniare l’intensità dei sentimenti e trovano nella poesia, sincera espressione dell’anima, la via per esternare le sensazioni e i ricordi, a volte dolorosi, che hanno segnato la mia vita di donna e di madre. Sono nata a Genova, città dove tuttora risiedo, il 6 Dicembre sotto il segno inquieto del Sagittario. Scrivo poesie anche in dialetto Genovese, nel quale ritrovo e rivivo i ricordi più lontani, colmi di nostalgia. Ho collaborato con lettura di poesie a programmi culturali su emittenti radiofoniche locali. Ho partecipato a concorsi letterari ma solo per breve tempo poichè, sia i premi conseguiti, che gli inserimenti in varie antologie mi hanno confermato che le mie poesie, che io ritenevo troppo personali, intimistiche e tristi, potevano invece trovare spazio e apprezzamento in altre anime sensibili. Un critico ha scritto delle mie poesie dialettali: “La poetessa Alba Toscanini ammanta i suoi versi di una indiscutibile serenità ed armonia. Nelle sue opere vibra l’anima gentile di chi sente ed ama, e le sue liriche sono ricche di suono e contenuto e frutto di un travaglio spirituale che non cade nella semplice nostalgia ma che lascia nel lettore il gusto dell’immaginazione.” Mi auguro che queste mie opere possano trovare anche in voi apprezzamento e simpatia.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

3 commenti

  1. Molto bella. Le radici sono le radici. C’é tutto dentro, amore, ricordi, sofferenze, serenità.
    E’ una gioia per l’anima e per gli occhi.
    Complimenti.
    Sandra

  2. avere un luogo fisico e dell’anima dove tornare….
    ritrovare se stessi e la propria anima…
    riconoscersi, sapere da dove si viene e da dove si va…
    anch’io ho un luogo così, della mente e del cuore, che è alla radice del mio essere e dei miei pensieri, il posto dove mi sento a casa, da cui parto e dove ritorno sempre.
    ciao
    anna

  3. Chi è l’autore?
    E’ un incanto questa poesia, una verità dietro l’altra.
    Mi piacerebbe sapere chi l’ha scritta.
    Grazie.
    Ga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *