Novembre

Tempo uggioso stamane,

di un mese che muore alla vita

e piovendo conclude

un ciclo di giorni e di sole.

 

La patina fina e continua

di acqua che ammolla la terra

avvolge uomini e cose

in un manto di umido velo.

 

Cammino in questo liquore

e simile a goccia mi sento

tra i tanti che prima e ancor dopo

saranno sullo stesso sentiero.

 

Scorre la mia sabbia del tempo…

assorbendo gioie, pensieri, ricordi

e l’acqua che porta la vita,

si porta un poco di me.

 

Informazioni su anna

Amo leggere fin da quando ero piccolissima e mi piace cogliere negli scritti altrui sentimenti, sensazioni, impressioni da condividere. Mi esprimo a mia volta cercando di mettere in luce l'attimo che dà significato a tutta la vicenda che descrivo sia in prosa che in versi. Nei miei scritti uso il linguaggio semplice della vita quotidiana che chiunque può sentire propria e tratto argomenti facilmente comprensibili ed interiorizzabili da tutti. Nei racconti per ragazzi parlo della difficoltà di crescere e degli affetti familiari come centrali alla vita; prediligo i messaggi buoni e positivi, perchè credo nell'effetto didascalico della scrittura e della lettura. Non nego ai miei lettori un sorriso, perchè la vita è bella, varia e offre a chi sa coglierlo, un aspetto di sottile ironia anche nei momenti più bui. Sono convinta che, alla lunga, l'impegno personale paghi e che il libero arbitrio sia l'aspetto più scabroso nella vita di ogni essere umano. Se qualcuno volesse contattarmi, chieda alla Redazione come farlo.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

4 commenti

  1. Autunno, Novembre, particolarmente triste per la sua tradizione Occidentale del giorno dei Defunti, acquoso e noioso, si é ugualmente vestito di una bella poesia, mutando la pioggia e le giornate uggiose in un pensiero ricco di ricordi, riuscendo addirittura ad assorbire gioie e pensieri. Il tuo animo é ben ricco, cara Anna, per avere il potere di tali trasformazioni.
    Un abbraccio.
    sandra

  2. Bellissima poesia, ma…
    Io sono nata in Novembre, io amo il mio mese! “… un mese che muore alla vita…”. È vero che nell´immaginario collettivo é il mese dei morti, e forse proprio per questo lo amo ancora di piú. Il 2 Novembre é l´unico giorno in cui non penso a mio padre, mentre tutti si affannano a ricordare i propri cari estinti, io vivo un giorno senza il pensiero di non averlo qua. Un pochino stramba come cosa, lo so.
    Ciao
    Tilly

  3. Cara Anna essendo nato a novembre questa poesia l’ho “sentita” parecchio.
    Mi è piaciuto il tuo modo immediato di raccontare l’autunno creando delle immagini dai colori tenui e sfumati.
    Un caro saluto.
    QS-TANZ.

  4. Di una soffusa malinconia, bella l’immagine della donna/goccia che percorre il sentiero della vita, mentre la clessidra del tempo scorre inesorabile…
    Brava come sempre.
    Katia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *