Primi passi

Non ho mai mosso un passo

nella mia vita sentimentale

se non dopo aver ispezionato attentamente

il terreno sotto i piedi

anche se questo

non mi ha mai risparmiato dolorose cadute.

Ed eccomi qua oggi,

nel pieno della così detta maturità,

ad infilare avidamente un passo dopo l’altro

attraverso paesaggi a me sconosciuti,

incurante di sapere dove conduce la strada

e senza la voglia di chiedermi se il prossimo passo

troverà ancora terreno su cui appoggiare…

E mi sento felice, finalmente vivo!!

…mi sorge un dubbio:

e se fosse solo un danno cerebrale?

Informazioni su Brezza

Non merito una biografia ne in vero ne sento il bisogno cosi come non sono uno scrittore ne penso di saper scrivere. Sono qui solo per dar sfogo di tanto in tanto ad una delle mie anime nascoste e, perchė non confessarlo, per sbirciare nei pensieri degli altri. Andrea
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

2 commenti

  1. A volte me la faccio anche io questa domanda…

  2. La consapevolezza di essere in cammino rende felici.
    Non serve sapere, calcolare, cercare di essere, basta vivere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *