Alan Rorsch, pseudonimo Luigi Caroleo, classe 86, ha sempre amato cimentarsi nella scrittura con storie del brivido, variando su diversi generi, dall'horror al giallo, e dal thriller al noir, rimanendo sempre ben inserito. Da piccolo viveva spesso con sua nonna, la quale davanti al fuoco, all'interno di una piccola casetta immersa nel verde della campagna, usava raccontargli storie leggendarie di antiche credenze popolari, e folklore italiano. All'eta di 11 anni decise di dilettarsi con delle brevi antologie, le quali furono pubblicate nel giornale scolastico. Conseguito il titolo di studio in finananza e marketing, partecipa a diversi corsi di comunicazione, seminari di giornalismo investigativo d'inchiesta, cronaca nera, e scrittura creativa. Collabora con varie riviste, periodici locali e nazionali, pubblicando alcune sue novelle. Terzo classificato nel concorso letterario scrittori horror, premio: "In tenebris Scriptus" 2016, quinta edizione racconti brevi, sezione (dark gotico e noir). Nel 2018 pubblica la sua raccolta di racconti dell'orrore: "Brividi Sanguinanti" con la casa editrice: "Red Blood Moon Editions", ricevendo un riscontro positivo da parte dei lettori. Dal 2019 inizia alcune collaborazioni in progetti cinematografici come recensore, soggettista e sceneggiatore. Vive e lavora in Piemonte dove porta avanti la sua professione di analista e consulente, nonché la sua passione di giornalista e scrittore, non abbandonando mai il suo interesse per l'horror.