Il tassista di notte

Nonostante il mese di marzo fosse iniziato da diversi giorni, nelle serate un po’ più umide il paesino si saturava quasi quotidianamente di una fastidiosa e torbida nebbiolina, che non impediva le normali attività quotidiane dei suoi abitanti, ma le rendeva pigre e piuttosto sgradevoli. Era molto curioso come quel paese fosse per gran parte […]

Il violinista

La piazza del paese era ancora deserta, il sole mattutino aveva appena iniziato a penetrare ogni cosa, le pietre sconnesse del selciato, la fontanella che non sputava uno zampillo d’acqua da tempo immemorabile, le due panchine in legno piene zeppe di scritte e incisioni fatte dai ragazzetti la domenica pomeriggio. Il paese si stava svegliando […]

Il pescatore

Marco correva veloce, l’aria gli spazzava quel suo viso da bambino e si insinuava leggera tra i capelli, serpeggiando rapida e fuggevole. La strada, nel suo ultimo tratto, era in leggera discesa e, per questo, arrivò all’ingresso della pineta senza quasi bisogno di pedalare. Arrestò la sua corsa e uno stridore acido e prolungato proveniente […]

Il confine

La neve era scesa copiosa e taciturna per tutta la sera, senza avvertire nessuno, senza farsi sentire, senza lasciare che gli abitanti della vallata, che se ne stavano tranquilli dentro ai loro letti tiepidi, potessero prepararsi, il mattino seguente, a quella sua repentina quanto inattesa apparizione. Roberto andò alla finestra e scrutò il buio che […]