Serial Killer

Presi con calma la mira, inquadrai bene l’obiettivo, poi spinsi il dito. La vittima si dibatté un attimo, poi cadde a terra rantolante! Non tradivo nessuna emozione, o forse un senso di soddisfazione era lasciato trapelare dai miei occhi, niente più di un guizzo, una luce rapida come il flash[…] …continua a leggere

Addio…

Premessa: Nella mia carriera lavorativa ho assistito, in maniera sempre diretta, ad innumerevoli vicissitudini ed episodi, sia banali che eclatanti. Storie quotidiane di felicità, di lieto fine, di gioia incontenuta, ma anche (purtroppo nella maggior parte) di angoscia, di disperazione e, nella peggiore delle situazioni, di morte! Questa, che trascrivo[…] …continua a leggere

Il Bonsai

Domani tornerò libero! Dopo 21 anni, due mesi e tre giorni di galera. Per buona condotta. Gli psichiatri e il giudice del tribunale di sorveglianza sono stati concordi: hanno deciso che avevo espiato la mia colpa, che potevo essere reinserito nella società. Lo hanno scritto nell’ordine di libertà, con un’interminabile[…] …continua a leggere

L’ultimo Seduttore

Porfirio Casanova era nato bello. Quando venne al mondo l’ostetrica che aveva aiutato sua madre – una casalinga di un villaggio dell’alta valle, talmente piccolo (il villaggio) da non essere neppure segnato sulle carte topografiche – esclamò: “Com’è bello!”. “Vero, è bellissimo!” commentò la signora Ameriga Grandangolo, che aveva assistito[…] …continua a leggere