Ferragosto 2007

Quel cazzo di buio avvolgeva tutto, s’impattava sulla sabbia e la incupiva. Benny doveva fare qualcosa, non poteva lasciare che i granelli si arrendessero. In ognuno di quei sassolini vedeva un pizzico di sé. In quello che volava verso dio solo sa dove, portato dal vento, vedeva i colpi infertigli dal tempo. In quello a […]

Fiodor Nandi

Erano le diciotto e trenta. A quell’ora, ogni giorno, affacciandosi alla finestra per l’abituale sigaretta del tardo pomeriggio, scorgeva Alex il matto che puntuale, in sella alla sua cigolante bicicletta, si appropinquava alla piazza che preferiva a tutte le altre, piazza Caprera. Tutte le sacrosante volte che fumava una sigaretta a quell’ora e affacciato a […]