Artù

Artù, te ne sei andato la vigilia della scoperta dell’America, dopo l’iniezione della veterinaria che ha fermato per sempre il tuo respiro, ormai flebile e silenzioso, senza più quel rassicurante “ron ron” che per diciassette anni aveva cullato le mie notti inquiete. Eri arrivato in un luglio piovoso come non mai, su quella sponda del […]