Piano e cioccolata

Il piano suonava. Lo si sentiva nonostante il vociare, nell’aria calda del caffè, che avvolgeva il pianista in una nebbia al cioccolato. Suonava un jazz malinconico, che bene si abbinava alla cioccolata e alla pioggia invernale che fuori feriva i visi. Gocce d’acqua come di vetro freddo ferivano il viso dei passanti, che cercavano riparo […]

Mio caro lettore…

Mio caro lettore, oggi ho ucciso un uomo. Ho puntato la pistola verso la sua tempia, ho premuto il grilletto e lui e morto. Perché? Perché stavo ascoltando i Queen. E perché l’ho fatto? Nel vano tentativo di risolvere quel cosiddetto “blocco dello scrittore” che ogni tanto attanaglia anche i migliori di noi. Ho deciso […]

L’odore dei biscotti

L’odore dei biscotti al limone. Casa di zia Gertrude aveva conservato l’odore dei suoi biscotti. Il forno faceva gli straordinari quando arrivava Bruno. Ora Bruno voleva riempirsi i polmoni di quel profumo, l’odore d’infanzia, l’odore di casa. Casa sua, ora che zia Gertrude aveva deciso di andare a preparare i biscotti per gli angeli. Chissà, […]

Senza occhiali

Guardo il mondo senza occhiali, oggi. Ho bisogno di riportare tutto nella giusta prospettiva. Le cose si vedono solo quando ci sbatti il naso. Prima non vedevo gli sguardi golosi che mi fissavano senza pudore. Rinchiusa in un corpo che pensa sempre di poterla avere vinta lui. E finora è sempre stato così. Ma io ho […]