Ascoltare un amore

…Seduta sul tavolo della cucina con le gambe penzoloni, scalza dopo un pomeriggio passato a coccolarsi sul divano, sorseggiavano il caffè, scherzando tranquilli, come se niente potesse turbare la loro tranquillità… e tutt’ad un tratto, Lei fece una domanda, che non aveva mai osato chiedere, perché con Lui non si chiedono certe cose, dice che […]

L’uomo che parlava al computer

Arrivare a casa. Buttare la giacca in un angolo. Neanche uno sguardo al frigorifero. Subito verso il computer. Connettersi, e passare il resto della giornata col naso incollato allo schermo, senza muoversi dalla sedia nemmeno per aprire al vicino che suona al campanello. Normalissimo per Adam. La fame, che cominciava a farsi sentire verso le […]

La bambola

Norma Jeane sente che la sua mente vola e si protende a rapirle l’anima. Mentre spunta la nivea marea dei rumori del giorno e sorge il sole brillante, appollaiato su di un trono invisibile, la sua concezione comincia a meditare. Un gioco d’ombre, di luci, d’abili sfumature segna l’ineluttabilità degli eventi, incorniciati apocrifi e seri, […]

Eclissi

Vedo il sole dalla finestra della biblioteca e lo sento caldo e piacevole sulla mia pelle mentre nuoto negli occhi profondi e puliti di Marco, che sta studiando con me. Come sempre a rovinare momenti così piacevoli interviene lo squillo del telefono. Rispondo contenta perché è Chiara, la mia amica d’infanzia, cresciuta nel mio stesso […]

Dove sei, amore?

Camminavo in Rue B. già da un pezzo ormai. La neve mi ostacolava alquanto il passo, e il freddo mi intorpidiva le membra fin nella profondità dei muscoli. Avevo perso la sensibilità degli arti, e così, andando per la via senza alcuna meta, mi sentivo più pesante, quasi l’intero peso dell’atmosfera gravasse sul mio corpo. […]

Racconto Civile

Le sembrò di essere stata scaraventata in quel letto da un mondo lontano, aprendo gli occhi. Allungò la mano verso il comodino in un gesto istintivo, quasi a recuperare col tatto ciò che la memoria rifugiva; rimase impietrita, senza respiro. Con lo sguardo attraversò lentamente la stanza oltre il letto, poi paziente cercò di andare ancora oltre; […]

Sangue nella notte

La Signorina Olga Flamant, maestra elementare in pensione, é una donna alta, magra come una scopa, di origine francese, e se non fosse stato per la compagnia del vecchio Oliver, meticcio lupo, da pochi mesi passato a miglior vita, potremmo definirla una donna del tutto sola. Oliver aveva abitato con Lei, nella piccola villetta a […]

La Farfalla

Le spighe dorate erano mature e i chicchi di grano premevano per uscire come un seno prosperoso costretto da un corpetto minuscolo. Il campo era illuminato dal sole e con quelle macchie rosse dei papaveri, visto dall’alto sembrava una grande pepita, che arricchita da tanti rubini formava uno spettacolo stupefacente. Una farfalla, che giocava felice […]

Un incontro casuale

Ho ricordi vaghi dell’iniziativa, avevo sostituito un collega ammalatosi all’improvviso (??!!). Era un incontro tra sindacato (il mondo del lavoro si diceva allora) e la scuola. Non era il mio campo, non ero in forma e la sufficienza con cui molti trattavano i sindacalisti (termine spesso usato con tono dispregiativo) mi aveva fatto girare le […]