Ho imparato il silenzio

La mia voce è alta, troppo acuta. A volte é sgradevole anche a me. Mi viene chiesto sempre di abbassarla. Ci rimango male. Cerco di migliorarla, anzi no, di “perfezionare il suono”. Quando entro in una stanza, all’inizio mi impongo un tono basso, ma poi, piano piano torno me stessa ed ecco nuovamente quella modulazione […]

Un brav’uomo

Quando lo conobbi ero molto giovane. Lui, all’epoca, aveva passato i cinqunt’anni. Piccolo e tondo, severo e forse burbero, con labbra carnose, bella dentatura, voce maschile e interessante. Nel corso degli anni ebbi modo di stimarlo come persona anche se, come dalla prima impressione, mi trasmetteva soggezione. Corretto e generoso, aveva distribuito parte dei suoi […]

Storie a margine

“Treno intercity proveniente da Zurigo delle 19 e 45, in arrivo sul binario 12 con 20 minuti di ritardo” Quella voce metallica, monotonica, ci risvegliò di soprassalto come se, all’improvviso, fossimo tutti richiamati da un allarme antiaereo, repentino ma atteso. Icio, Jackie ed io sobbalzammo all’unisolo come, solo, quando giunge la tua ora e ti […]

Il tatuaggio

Ieri ho compiuto sessant’anni e un anno fa, primo giorno di primavera, la mia amata mi ha lasciato. Io sono il conte Massimo, Massimo di Fortegrande e mia moglie, fino a quando è stata con me, era una contessa. Non so quanto tempo ci impiegò a prendere la decisione di lasciarmi, ma quando me lo […]

Il mio cane Jack

Si chiamava Jack e non si può dire  che fosse cattivo. Ma, alla vista di una tonaca o qualcosa di simile, scattava nella sua testa….     Il mio cane Jack, un bestione peloso che sembrava un collie con appiccicata la testa di un pastore tedesco, poteva sembrare notevolmente anticlericale. Quando scorgeva un prete o […]

Eroi

  Ho parcheggiato la mia, come dire… vissuta, auto nella simpatica piazza di un piccolo paese non lontano dalla città. Tutto e tutti si muovevano con estrema calma. Anche le foglie sembrava  si facessero cullare con imperturbabilità dalla brezza pomeridiana. Ogni cosa intorno a me sembrava dirmi:  vai adagio, goditi il momento e la vita. […]

Etilomachia

Esco, mi infilo una sigaretta in bocca, apro la macchina, giro la chiave e pigio l’accendisigari. Aspetto che le candelette si siano scaldate, la luce sul cruscotto si spegne, metto in moto. Prendo l’accendisigari dopo aver messo la retro, mi accendo la sigaretta mentre, a memoria, percorro il vialetto di casa. La volta che una […]

La musica delle conchiglie

Kinta era un bambino molto povero. Abitava in un piccolo villaggio a pochi metri dall’oceano, e passava la maggior parte del suo tempo a giocare sulla sabbia. Rincorreva i pesci che nuotavano in superficie, e qualche volta riusciva anche ad afferrarne qualcuno. Ma non voleva fare del male a quelle piccole creature. Loro erano i […]

Il piccolo teatro di casa Petri

Con passo svelto Massimo arrivò finalmente davanti alla porta del signor Petri, si avvicinò al campanello e con il dito si mise a suonarlo in modo quasi molesto. Era tutto trepidante, un po’ emozionato; aspettava con impazienza che la porta gli si aprisse davanti, mentre intanto si aggiustava la sua bella cravatta e guardandosi il […]

Gli Indifferenti

Carlo De Benedetti abita al 34 di via Birago, e ieri sera ha ucciso il cane dei suoi vicini con un forcone. La polizia è stata chiamata nessuna indagine avviata. Il cane è stato seppellito nel giardino vicino alle dalie. Beatrice Calvi abita al 233 di Viale Terza Armata, e due notti fa ha avvelenato […]

Carminiddu

Stanco, dormiva disteso sotto la grande quercia; Igor, un vecchio segugio dal pelo crespo, suo fedele amico, ansava con la lingua penzoloni. La calùra estiva si faceva sentire; e in quel corpo, abituato a sfidare persino le intemperie, oramai debole e consumato dagli anni, quell’afa aveva oramai avuto il sopravvento. “Carminiddu”, lo chiamavano in paese, […]