Il piccolo teatro di casa Petri

Con passo svelto Massimo arrivò finalmente davanti alla porta del signor Petri, si avvicinò al campanello e con il dito si mise a suonarlo in modo quasi molesto. Era tutto trepidante, un po’ emozionato; aspettava con impazienza che la porta gli si aprisse davanti, mentre intanto si aggiustava la sua bella cravatta e guardandosi il […]

Nei campi

L’urlo del vento violenta la pace dei campi l’umiltà contadina è derisa da beffe di pioggia su pannocchie spezzate negli artigli del tempo soltanto speranze ingabbiate la ruota del mulino si è fermata in un gioco di luci che illumina lo stupore del silenzio.

La legge di Newton

Mi chiedo quando si accorgeranno di ciò che mi sta accadendo Mi chiedo per quanto tempo potrò ancora fingere che nulla mi stia succedendo Ho paura Qualcuno chiama il mio nome È Carla un’amica – Santo cielo! Ma come ti sei combinata non hai caldo? – Sei tu che sei la solita calorosa, guarda che siamo […]

Gli Indifferenti

Carlo De Benedetti abita al 34 di via Birago, e ieri sera ha ucciso il cane dei suoi vicini con un forcone. La polizia è stata chiamata nessuna indagine avviata. Il cane è stato seppellito nel giardino vicino alle dalie. Beatrice Calvi abita al 233 di Viale Terza Armata, e due notti fa ha avvelenato […]

Eruzione di anime insane

Londra. Londra era addormentata. Qualcuno in qualche libro scrisse che “ovviamente…Londra non dorme mai profondamente ed i suoi sogni sono sempre inquieti”. Era la fine d’Agosto, ed un vento caldo e costante sollevava le cartacce dalla strada. Il sole si ergeva timidamente dietro il tetto degli edifici, come se avesse paura di mostrarsi. Era l’epilogo […]

Waterloo

Scampato per miracolo ad un fuoco incrociato di cecchini dall’inferno d’un odio fratricida un passero impazzito ha trovato rifugio in una chiesa ormai semidistrutta chissà se ha visto Dio se l’ha sfiorato l’attimo prima di spiccare il volo con le sue ali ancora insanguinate nel beccuccio le schegge d’una mina rubata in quest’assurda Waterloo.

Bronx

È una nota stanata il palpito d’un poeta in questo Bronx non può sintonizzarsi nell’etere dove i suoni hanno ritmi di rabbia tra uragani criminali su tangenziali di camorra la voce del mare è lontana anni luce come distante, fin troppo, il volo d’un gabbiano non parlate mai d’amore in questo Bronx tra orge di […]

Napoli

Abbandonata nel tuo lebbrosario, inchiodata alla croce d’un lungo calvario, larva d’un fasto lezioso avvolta da un tenue sudario, reietta città. Con i tuoi occhi di tenebra eppure respiri il tuo cuore aritmico pulsa mentre intorno le case di latta, scenario di beffa, testimoniano, ossario di storia, l’ignavia di tanti. Eppure sospiri e soffri, e […]

Carminiddu

Stanco, dormiva disteso sotto la grande quercia; Igor, un vecchio segugio dal pelo crespo, suo fedele amico, ansava con la lingua penzoloni. La calùra estiva si faceva sentire; e in quel corpo, abituato a sfidare persino le intemperie, oramai debole e consumato dagli anni, quell’afa aveva oramai avuto il sopravvento. “Carminiddu”, lo chiamavano in paese, […]

Per il tuo domani

Nessun libro di storia potrà mai darti, figlio, l’esatta dimensione del dramma esistenziale d’un’infanzia rubata all’innocenza del mio girovagare col nonno tra i cipressi e gli occhi sui volti delle madri sembravano di ghiaccio. Tutti i dubbi e le ansie e le speranze bruciavano nel fuoco di un braciere ed i carboni ardenti sembravano ferite […]